Quante comete distanti?

Un'animazione di una cometa quando è vicino al sole e ha fatto germogliare la sua coda caratteristica, via NASA / JPL-Caltech.

I primi osservatori del cielo non avevano idea di dove provenissero le comete e talvolta le consideravano cattivi presagi. Gli astronomi di oggi conoscono le comete come piccoli corpi ghiacciati in orbita attorno al nostro sole. Le comete di lungo periodo - quelle con orbite attorno al sole di oltre 200 anni - sono ancora molto misteriose, ma gli astronomi hanno dichiarato questa settimana che hanno usato i dati del veicolo spaziale WISE della NASA per fare un passo avanti nella comprensione di questi gelidi visitatori dall'esterno sistema solare.

Dissero di aver appreso che le comete di lungo periodo sono molto più comuni di quanto si pensasse in precedenza e che, apparentemente, sono sostanzialmente più grandi di un certo sottoinsieme di comete di breve periodo. Gli astronomi hanno pubblicato il loro lavoro il 14 luglio 2017 nel diario astrofisico peer-reviewed.

Si pensa che le comete di lungo periodo provengano dalla Oort Cloud, che inizia a circa 186 miliardi di miglia (300 miliardi di km) dal nostro sole. La Oort Cloud è troppo distante - e le comete al suo interno sono troppo piccole - per essere osservate direttamente dai telescopi terrestri. Gli astronomi osservano comete a lungo termine che si avvicinano al nostro sole da direzioni casuali nello spazio, tuttavia, questo è uno dei motivi per cui la Oort Cloud è raffigurata come un guscio, che circonda completamente il sistema solare.

Visualizza ingrandito. | Rappresentazione dell'artista della cintura di Kuiper e

Vediamo le comete solo quando si avvicinano al sole, nelle loro orbite altamente ellittiche. Per definizione, le comete di lungo periodo hanno bisogno di almeno 200 anni per orbitare attorno al sole una volta. Ma alcuni hanno bisogno di migliaia - o addirittura milioni - di anni per orbitare attorno al sole una volta. Immagine via Vagabonds of the Solar System / Pearl Elliot.

Gli scienziati hanno anche scoperto che le comete di lungo periodo sono in media fino a due volte più grandi delle cosiddette comete della famiglia di Giove. Questi sono un sottoinsieme di comete di breve periodo; a un certo punto passarono vicino al più grande pianeta del nostro sistema solare, Giove, e le loro orbite furono modellate dalla forte gravità di Giove. Il risultato è che orbitano attorno al sole in meno di 20 anni. La NASA ha detto:

Gli astronomi avevano già stime più ampie di quante comete a lungo periodo e della famiglia di Giove ci sono nel nostro sistema solare, ma non avevano un buon modo per misurare le dimensioni delle comete a lungo periodo. Questo perché una cometa ha un "coma", una nuvola di gas e polvere che appare confusa nelle immagini e oscura il nucleo cometario. Ma usando i dati WISE che mostrano il bagliore infrarosso di questo coma, gli scienziati sono stati in grado di "sottrarre" il coma dalla cometa generale e stimare le dimensioni dei nuclei di queste comete.

I dati provengono dalle osservazioni WISE del 2010 su 95 comete della famiglia Giove e 56 comete di lungo periodo.

I risultati rafforzano l'idea che le comete che passano più spesso dal sole tendono ad essere più piccole di quelle che trascorrono molto più tempo lontano dal sole. Questo perché le comete della famiglia Jupiter ottengono una maggiore esposizione al calore, il che provoca la sublimazione di sostanze volatili come l'acqua e trascina anche altro materiale dalla superficie della cometa.

Questa illustrazione mostra come gli scienziati hanno usato i dati dei veicoli spaziali WISE della NASA per determinare le dimensioni dei nuclei o dei nuclei delle comete. Hanno sottratto un modello di come la polvere e il gas si comportano nelle comete al fine di ottenere la dimensione del nucleo. Immagine via NASA / JPL-Caltech.

Gli scienziati hanno affermato che l'esistenza di molte più comete a lungo termine di quanto previsto suggerisce che un numero maggiore di esse abbia probabilmente avuto un impatto sui pianeti, fornendo materiali ghiacciati dalle parti esterne del sistema solare.

Hanno detto che i loro risultati saranno importanti per valutare la probabilità che le comete abbiano un impatto sui pianeti del nostro sistema solare, compresa la Terra. Nel 2013, la missione WISE è stata ribattezzata NEOWISE. Il suo compito ora è studiare gli oggetti della Terra vicina (NEO), cioè oggetti con un potenziale di scontrarsi con la Terra. Amy Mainzer, co-autrice dello studio sulle comete con sede presso il Jet Propulsion Laboratory della NASA a Pasadena, in California, e principale investigatrice della missione NEOWISE, ha dichiarato:

Le comete viaggiano molto più velocemente degli asteroidi e alcune sono molto grandi. Studi come questo ci aiuteranno a definire il tipo di pericolo che le comete a lungo termine possono rappresentare.

In conclusione: le comete di lungo periodo - che impiegano centinaia o migliaia o addirittura milioni di anni per orbitare attorno al nostro sole - sono molto misteriose. Recentemente gli scienziati hanno usato i dati dei veicoli spaziali WISE per scoprire che le comete a lungo termine sono più numerose di quanto previsto e che sono circa due volte più grandi delle comete della famiglia di Giove, che impiegano 20 anni o meno per orbitare attorno al sole.

Via NASA / JPL-Caltech